• Facebook
  • Gmail
  • LinkedIn
  • Twitter

2012 – 2022, it’s time to stop

Da quei primi giorni del lontano Gennaio 2012 sono oramai passati più di dieci anni, un lungo periodo della mia vita professionale come Country Manager Italia per la nostra Associazione ERSA International.

Un percorso denso di soddisfazioni e difficoltà entrambe affrontate con entusiasmo e caparbietà, sempre mettendo l’etica al primo posto nelle mie scelte.

In questi anni credo di aver contribuito in maniera significativa all’evoluzione di questa professione, mettendo al servizio della nostra Associazione le mie competenze e contestualmente traendone benefici perché grazie alle attività svolte per conto di ERSA International ho avuto modo di crescere ed evolvere professionalmente.

Molte cose sono cambiate nel panorama internazionale di questo settore, certamente si è fatto molto, tuttavia la linea che ha segnato le mie scelte etiche come formatore si sta smarcando da quelle che sono sempre state le mie aspettative, forse un po da sognatore ma credo sempre intellettualmente coerenti.

Ho avuto il piacere di collaborare con molti colleghi disseminati per il globo e con i quali continuo ad intrattenere rapporti di amicizia e stima, questo mi ha consentito di “condividere le competenze” e di internazionalizzare quello che spesso viene relegato solo al proprio contesto locale, insomma di uscire dalla propria zona di comfort e mettersi in discussione con molta umiltà potendo arricchire la propria esperienza.

Sono partito da zero importando qualcosa che in Italia non era presente ma all’estero si, ho avuto l’opportunità di “creare” una struttura che non esisteva e l’ho colta al volo.

Un impegno arduo, molto più di quanto chi sia stato spettatore abbia potuto immaginare.

Anni in cui una novità di questo tipo era recepita come un “problema” più che un vantaggio, si perché la CRESCITA e L’APPRENDIMENTO sono esattamente questo e non un problema.

All’inizio ho avuto quasi tutti contro, dalle aziende del settore ai colleghi, ma fortunatamente la ragione e la limpidezza etica del progetto ha fatto ricredere i più che hanno affiancato le attività ERSA International in Italia sostenendole, cogliendo la vera essenza del progetto.

I primi anni sono stati i più difficili perché le regole erano restrittive ma non esattamente “regolamentate” per far si che ognuno avesse una formazione dedicata per la destinazione d’uso, differenziando quindi anche i percorsi amatoriali da quelli professionali.

Sono stati anni di cambiamenti che si sono potuti apportare solo dimostrando con i risultati che quella era la strada corretta.

Quei risultati hanno illuminato la giusta strada da seguire che quasi subito è stata avallata da ERSA International e che da quasi otto anni hanno creato un po di ordine nel settore professionale.

Ora però è giunto il momento di dire stop e abbandonare questa bella ed appagante esperienza, che tanto mi ha dato in termini di crescita personale e spero abbia lasciato un impronta positiva a molte persone.

La mia volontà di cessare l’attività di formazione è contestualmente correlata anche ad altre priorità professionali che nell’imminente subentreranno e non saranno legate al mondo delle associazioni di questo settore.

Ringrazio quindi ERSA International per questi anni di incarico e nella fattispecie il nostro Presidente Mark Maslowski con il quale ho sempre avuto un’eccellente e fattiva collaborazione.

Infine ringrazio tutti gli iscritti ERSA International che hanno fatto parte della nostra associazione e quelli che continueranno a sostenerla come farò io in qualità di membro associato.

Un caloroso ringraziamento e un arrivederci.

Marco Rossani

ERSA International Country Manager Italy

  • Facebook
  • Gmail
  • LinkedIn
  • Twitter
More than ten years have now passed since those first days of January 2012, a long period of my professional life as Italy Country Manager for our ERSA International Association.
A path full of satisfactions and struggles both faced with enthusiasm and stubbornness, always putting ethics first in my choices.
Over these years I believe I have contributed significantly to the evolution of this profession, putting my skills at the service of our Association and at the same time benefiting from it because, thanks to the activities carried out on behalf of ERSA International, I have been able to grow and evolve professionally.
Many things have changed in the international landscape of this field, certainly much has been done, however the line that has marked my ethical choices as a trainer is moving away from what have always been my expectations, perhaps a bit dreamy but I believe always intellectually consistent.
I have had the pleasure of collaborating with many colleagues scattered around the globe and with whom I continue to have relationships of friendship and esteem. This has allowed me to “share expertise” and to internationalize what is often relegated only to one’s local context. In short, to step out of one’s comfort zone and question oneself with much humility, being able to enrich one’s experience.
I started from scratch by importing something that was not present in Italy as it was abroad. I had the opportunity to “create” a structure that did not exist and I took it.
An arduous endeavor, much more than anyone could have imagined as a spectator.
Years when such a novelty was received as a “problem” rather than an advantage. GROWTH and LEARNING are exactly that and not a problem.
At the beginning I had almost everyone against it, from the companies in the field to my colleagues, but fortunately the reason and the ethical clarity of the project made most of them reconsider, and they came alongside ERSA International activities in Italy supporting them, grasping the true essence of the project.
The first years were the most difficult because the rules were restrictive but not exactly “regulated” so that everyone had a dedicated training for the intended use, thus differentiating amateur paths from professional ones.
Those were years of changes that could only be made by demostrating that was the correct path.
Those results illuminated the right path to follow, and that almost immediately was endorsed by ERSA International and has created some order in the professional sector for almost eight years.
Now, however, it is time to say stop and leave this beautiful and fulfilling experience, which has given me so much in terms of personal growth and I hope has left a positive imprint on many people.
My willingness to cease training is also contextually related to other professional priorities that will take over in the imminent and will not be related to the world of associations in this sector.
Therefore, I would like to thank ERSA International for these years of tenure and especially our President Mark Maslowski with whom I have always had an excellent and effective cooperation.
Finally, I thank all ERSA International members who have been part of our association and those who will continue to support it as I will as an associate member.
A warm thank you and goodbye.
Marco Rossani

  • Facebook
  • Gmail
  • LinkedIn
  • Twitter

Incordatore professionista con esperienza maturata nei seguenti tornei internazionali ATP/WTA. - incordatore ufficiale nel Team Babolat durante il Montecarlo Open del 1999 - incordatore ufficiale nel Team Italia Wilson agli Internazionali d'Italia dal 2103 ad oggi; dal 2017 ad oggi - Room Manager (direzione sala incordatura) & Stringer per il Team Ufficiale Wilson - incordatore ufficiale nel Team Apollo Leisure a Wimbledon dal 2014 ad oggi - NEXT GEN ATP Finals - Wilson Italy Stringing Team dal 2021 ad oggi - Room Manager (direzione sala incordatura) & Stringer per il Team Ufficiale Wilson - Nitto ATP Finals - Wilson Italy Stringing Team dal 2021 ad oggi - Room Manager (direzione sala incordatura) & Stringer per il Team Ufficiale Wilson - incordatore ufficiale nel Team Internazionale Yonex al Tokyo Toray Pan Pacific Open 2016 - incordatore ufficiale WTA Palermo Ladies Open 2019/2020 Dal 1994 al 2014 è stato consulente tecnico della più autorevole rivista italiana specializzata di settore, Il Tennis Italiano. Certificato dall'ERSA Internationalcon la qualifica di ERSA Master Professional Stringer Level 2 e di ERSA PTS-2 (Pro Tour Stringer Level 2). Attualmente ricopre la carica di ERSA International Italy Manager e tester abilitato per le certificazioni ERSA International. Nel 2020 ha ottenuto la prestigiosa certificazione di ERSA International Master Pro Tour Stringer, conferita solo a pochissimi stringer nel mondo. Sono Wellness & Business Coach HERBALIFE NUTRITION

Share This