• Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • LinkedIn

IL MANICO

Il manico è una delle componenti più importanti insieme alla corda, spesso erroneamente sottovalutato, ricordiamoci che si tratta dell’interfaccia fra la mano del giocatore (percezione di tutte le sensazioni) e la racchetta (epicentro delle sensazioni).

Il manico è avvolto dal grip che può essere in pelle naturale oppure sintetico.
Il grip in pelle naturale in passato veniva utilizzato maggiormente, oggi con l’avvento dei materiali sintetici sono presenti sul mercato svariati prodotti che offrono una maggior presa e un miglior assorbimento del sudore.
I grip possono essere lisci o traforati, ad alto assorbimento, con rilievo per aumentare la presa, ed anche anti-shock.
Fondamentalmente si consiglia di sostituire il grip quando la racchetta tende a girare nella mano perché il rivestimento ha perso presa, pertanto anche il potere assorbente e azzerato.
Il grip può anche danneggiarsi, in particolar modo per chi impugna la racchetta molto arretrato, lasciando a contatto con la mano gli spigoli del fondello che possono causare delle lesioni alla mano.

  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • LinkedIn
  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • LinkedIn

La manutenzione che richiede il grip è molto semplice: lasciarlo asciugare all’aria senza riporre subito la racchetta nel fodero e sostituirlo quando necessario come già spiegato precedentemente.
Per i grip in pelle naturale, si può saltuariamente utilizzare una moderata quantità di alcol isopropilico con una pezza di cotone per sgrassare la pelle, poi lasciare asciugare all’aria e in seguito applicare una modestissima quantità di crema idratante per le mani.

Per gli overgrip non esiste una vera a propria manutenzione proprio perché si tratta di un prodotto quasi usa e getta “just one time”, è consigliabile farlo arieggiare dopo aver giocato, ma difficilmente si può pensare di utilizzarlo per più di un paio di volte.

s

ATTENZIONE! Per entrambe i prodotti, oggi più che mai si consiglia una sostituzione più rapida (almeno dell’overgrip) per contenere la proliferazione di batteri.

Avatar
  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • LinkedIn

Incordatore professionista con esperienza maturata nei seguenti tornei internazionali ATP/WTA. - incordatore ufficiale nel Team Babolat durante il Montecarlo Open del 1999 - incordatore ufficiale nel Team Italia Wilson agli Internazionali d'Italia dal 2103 al 2019 - incordatore ufficiale nel Team Apollo Leisure a Wimbledon dal 2014 al 2019 - incordatore ufficiale nel Team Internazionale Yonex al Tokyo Toray Pan Pacific Open 2016 - incordatore ufficialeWTA 30 Palermo Ladies Open 2019 Dal 1994 al 2014 è stato consulente tecnico della più autorevole rivista italiana specializzata di settore, Il Tennis Italiano. Certificato dall'ERSA Internationalcon la qualifica di ERSA Master Professional Stringer Level 2 e di ERSA PTS-2 (Pro Tour Stringer Level 2). Attualmente ricopre la carica di ERSA International Italy Manager e tester abilitato per le certificazioni ERSA International. Sono Wellness & Business Coach HERBALIFE NUTRITION

Help-Desk
Share This